Senza categoriaPropaganda politica Online

TikTok e propaganda politica (non solo Salvini)

0

Sempre più TikTok e propaganda politica vanno insieme, come pensa lo stesso Matteo Salvini che è stato uno dei primi politici ad usare questa piattaforma social con attenzione.

TikTok sta infatti diventando sempre più importante anche come come piattaforma di propaganda politica. Questo è evidente osservando la propaganda politica in Usa a pochi mesi dalle elezioni presidenziali.

Cos’è TikTok e come funziona

TikTok è il social network cinese più diffuso fuori dai confini cinesi.
Proprio perché è una piattaforma di origine cinese, secondo il Peterson Institute for International Economics, TikTok costituisce un “problema delle dimensioni di Huawei” e quindi rappresenta una minaccia per la sicurezza nazionale per l’Occidente.
Sono numerosi gli aspetti controversi segnalati. L’aspetto più evidente è la capacità di trasmettere dati sulla posizione, sulle immagini e sui dati biometrici alla società madre cinese. Questo diventa particolarmente critico dal momento che, secondo la legge cinese, TikTok non può rifiutarsi di condividere i dati con il governo cinese. 
In estrema sintesi, con l’app di TikTok gli utenti possono creare brevi clip musicali di durata variabile (fino a 15 o fino a 60 secondi). Questi clip possono poi essere modificati in vari modi. Per esempio, si può modificare la velocità di riproduzione o aggiungere filtri ed effetti particolari ai loro video.

Perché TikTok è importante sotto l’aspetto politico

Negli ultimi mesi, secondo un articolo pubblicato dal Financial Times, TikTok  sta diventando una piattaforma usata sempre più anche per obiettivi politici.
In particolare, l’articolo cita “Conservative Hype House“.  “Conservative Hype House” ha un orientamento repubblicano ed è un esempio di gruppo capace di influenzare politicamente il suo pubblico. Pubblico che è molto rilevante, avendo raggiunto ormai gli 800.000 follower.
TikTok
Sono molti i contenuti su TikTok che, a distanza di pochi mesi dalle elezioni presidenziali Usa, hanno iniziato a prendere una svolta più politica. E sono molti i video chiaramente politici che stanno prendendo piede in questo periodo.
Per esempio, i video di TikTok con l’hashtag #Trump2020 hanno raccolto oltre 1 miliardo di visualizzazioni nel febbraio 2020 e  3,4 miliardi nella sola settimana finale di maggio.
Anche l’hashtag #blacklivesmatter ha avuto 2 miliardi di visualizzazioni dall’inizio di giugno, con molti video relativi a scene di proteste negli Stati Uniti, consigli su come affrontare i gas lacrimogeni e appelli a “difendere ciò che è giusto” come quello pubblicato da Charli D’Amelio, una delle stelle principali di TikTok.
CharliDamelio tiktok
Naturalmente non tutti gli influencer politici della piattaforma sono conservatori, molti account sono orientati a sinistra. Alcuni di loro hanno superato i 150.000 follower.
Non solo in Italia ma a livello mondiale, come riporta lo stesso articolo del Financial Times, è stato Matteo Salvini tra i primi politici ad utillizzare TikTok. Tuttavia, proprio in Italia, molti ancora considerano poco utile e disdicevole essere presenti per una forza politica essere attivi su TikTok.
Tuttavia il suo potenziale come motore politico serio non dovrebbe essere sottovalutato, come afferma Laurie Rice, professore di scienze politiche alla Southern Illinois University Edwardsville: “Quando prendiamo in considerazione per la prima volta una nuova piattaforma, l’atteggiamento dominante è che sicuramente non farà la differenza. Dopo un anno o due, scopriamo che invece conta un bel pò.”
affaripolitici
"Quando un solo cane si mette ad abbaiare a un’ombra, diecimila cani ne fanno una realtà".

    Gianfranco Rotondi difende tutti ma poi cancella

    Articolo precedente

    Andrea Orlando e l’account parodia del Ministero

    Prossimo articolo

    Articoli che possono interessarti

    Commenti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Altri articoli in Senza categoria