Algoritmi, Big Data e Data SciencePropaganda politica Online

Come riconoscere un bot su Twitter e come funziona

0

Come riconoscere un bot su Twitter e come funziona

Come riconoscere un bot su Twitter. Come funzionano i bot e quali sono segnali utili per identificarli.

Numerose organizzazioni politiche e Stati utilizzano bot su Twitter come strumento per diffondere disinformazione e manipolare l’opinione pubblica.
Questi bot sono spesso utilizzati da governi esteri per interferire nei processi politici, in particolar modo durate i periodi elettorali, e per promuovere narrative politiche.

Come funzionano i bot?

I bot su Twitter in genere operano seguendo e ritwittando account che supportano la loro agenda, oltre a pubblicare i propri contenuti. Questi contenuti, oltre a notizie vere, possono includere anche informazioni false o fuorvianti, e spesso supportano messaggi politici divisivi scritti con linguaggio provocatorio.
L’obiettivo di questi bot è creare l’apparenza di un sostegno diffuso nei confronti di una particolare narrativa politica o di un partito e manipolare quindi l’opinione pubblica a loro favore.
L’uso dei bot su Twitter può consentire ad un’organizzazione politica nazionale o ad uno Stato estero di amplificare i propri messaggi e creare l’apparenza di un sostegno diffuso alle proprie opinioni. Seguendo e ritwittando gli account che supportano la loro agenda e pubblicando i propri contenuti, i bot cercano di creare l’impressione che esista un gruppo ampio e attivo di individui che supportano le loro opinioni. L’obiettivo è influenzare l’opinione pubblica e influenzare il panorama politico in proprio favore.
Inoltre, l’uso di bot può consentire di aggirare la comunicazione dei media principali e comunicare direttamente con il pubblico. Utilizzando Twitter, l’obiettivo è quello di raggiungere rapidamente un pubblico ampio e cercare di influenzare giornalisti presenti sulla piattaforma.
Un ulteriore vantaggio per le organizzazioni che operano dietro i bot è evitare di essere ritenuti responsabili dell’accuratezza o della veridicità del loro contenuto.
Numerosi Paesi hanno utilizzato i bot come strumento per diffondere propaganda e influenzare l’opinione pubblica. Utilizzando questi bot, tentano di promuovere la loro agenda politica e interferire nei processi politici, allo stesso tempo nascondendo le loro azioni.

Come riconoscere un bot?

I bot su Twitter possono essere difficili da individuare poiché sono progettati per imitare il comportamento umano. Possono avere immagini del profilo, biografie e attività che li fanno sembrare persone reali e possono anche talvolta interagire in conversazioni autentiche con altri utenti. Tuttavia, alcuni segnali ci consentono di indicare che un account è un bot.
Un primo segnale si ha quando un determinato account ha un gran numero di follower ma pochissimi “amici”, ossia pochissimi utenti con i quali vengono effettuate conversazioni. Questa è una caratteristica comune dei bot, poiché sono progettati per seguire e ritwittare altri account in modo da dargli visibilità, ma è molto più difficile che intrattengano conversazioni con altri utenti.
Un’altra indicazione che un account sia un bot è se pubblica costantemente in orari anomali per un normale utente, ad esempio nel cuore della notte, o se pubblica un grande volume di contenuti in un breve periodo di tempo.
Questi sono i segnali più semplici per identificare un bot, ma ci sono numerosi altri indicatori utili.
Il sito della società di sicurezza informatica Norton elenca 7 modi per riconoscere un bot di Twitter:
  1. Correlazione tra gli IP: la posizione geografica degli account Twitter appare correlata.
  2. Correlazione basata sul tempo: la pubblicazione dei tweet avviene tipicamente nello stesso momento o quasi.
  3. Automazione: quando un account twitta brevi risposte che sembrano automatizzate.
  4. Somiglianza del contenuto: quando lo stesso contenuto, o un contenuto molto simile, viene twittato contemporaneamente e ripetutamente.
  5. Creazione dell’account: utenti con date di creazione recenti.
  6. Descrizione dell’account: a volte un account appare automatizzato perché il suo nome utente contiene numeri, inoltre appare anonimo in quanto mancano foto, biografia o descrizione del profilo.
  7. Attività dell’account: quando un bot segue molti account ma non ha molti follower e ritwitta contenuti più velocemente di quanto potrebbe fare un essere umano.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La guerra dell’informazione e i meme

Microtargeting per aumentare l’astensione elettorale

Pfizer e i meme: sicuri che sia una strategia efficace?

Articolo precedente

Come funziona l’algoritmo di Twitter

Prossimo articolo

Articoli che possono interessarti

Commenti

I commenti sono chiusi.